MonteverdeToday

I topi alla Federico Caffè tra fake news e burla. E tra Campidoglio M5s e Lega scoppia la lite

Il caso all'istituto di via di Villa Pamphili. La scuola: "E' stato uno scherzo degli studenti"

Topi o non topi. Questo è il dilemma. La Asl non rileva tracce, per il Campidoglio è una fake news, per la Lega, che per prima ha denunciato il caso e che ha in possesso foto e video, è "del tutto fuori luogo e improprio il commento" di palazzo Senatorio. Poi la scuola svela l'arcano: è stato solo uno scherzo, una bravata di qualche alunno che ha portato tre topi dall'esterno. 

Siamo alla Federico Caffè, istituto superiore di Monteverde vecchio, teatro di un battibecco tra leghisti e grillini con finale a sorpresa. Comincia tutto ieri. Il consigliere della Lega Giovanni Picone, capogruppo in municipio XII, Fabrizio Santori, dirigente regionale, e Carlo Passacantilli, capogruppo leghista della Città Metropolitana denunciano tramite una nota stampa la presenza di ratti negli spazi della scuola, appena riaperta dopo le vacanze natalizie. In più genitori telefonano agli esponenti politici, inviano su whatsapp delle foto (vedi in basso) con ritratto un topo. Gli stessi studenti raccontano di aver visto i ratti. La notizia esce sui giornali. 

La mattina dopo gli ispettori della Asl effettuano un sopralluogo, ma dai rilievi eseguiti non trovano tracce di topi. E subito il Campidoglio grida contro i media. "Le notizie riportate da alcuni organi di informazione costituiscono vere e proprie fake news, come confermano dall'istituto, sottolineando che il filmato pubblicato risale a diverso tempo fa e che le foto riportate non sono relative alla Federico Caffè". Immediata la replica dei leghisti: "Il tentativo di screditare una notizia non giova agli alunni e al personale che frequenta la scuola, che invece andrebbero tutelati. Apprezziamo che la Asl non abbia rinvenuto tracce organiche degli animali, ma questo non significa che, alla luce delle testimonianze in nostro possesso, non si aggirassero nelle pertinenze della scuola o a ridosso della stessa". ​Infatti i topi c'erano, come rivela la stessa scuola nel pomeriggio, con un comunicato ufficiale e la versione finale di quanto accaduto. 

"A piena smentita si comunica che il sopralluogo effettuato oggi alle ore 11 esclude tassativamente la presenza di roditori stanziali". Ma "la procedura interna avviata ha portato all’evidenza, certa e confermata da molti studenti, che si è trattato di una azione messa in atto da alcuni alunni". Una bravata degli studenti. "Costoro avrebbero acquistato tre cavie da un rivenditore autorizzato, liberandoli quindi nei locali delle scale della sede di viale di Villa Pamphili. Gli animali, di allevamento, sono stati immediatamente catturati". Insomma, i ratti c'erano (foto e video pure), ma non certo per carenze igienico sanitarie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

topi-6

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roma, la mappa del contagio dopo il lockdown: ecco in quali quartieri sono aumentati di più i contagi

  • Coronavirus, a Roma 17 nuovi contagi. Positivo bimbo di un anno a Civitavecchia

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

  • Castel Sant'Angelo, in bilico sul cornicione del ponte a tre metri dal Tevere

  • Coronavirus: a Roma 12 nuovi casi, sono 23 in totale nel Lazio. I dati Asl del 10 luglio

Torna su
RomaToday è in caricamento