MonteverdeToday

Genitori in protesta alla Carlo Forlanini: "Non è la scuola che vogliamo"

Una manifestazione organizzata davanti all'istituto e una serie di denunce rimaste inascoltate

Il flash mob davanti alla scuola

Mancano le supplenti, i bagni non funzionano, diversi spazi risultano inagibili o pericolosi, le uscite di emergenza sono chiuse, il cortile è interdetto da settimane. E' lunga la lista di ragioni che ha spinto i genitori della Carlo Forlanini a manifestare fuori dalla scuola dei figli. Un flash mob il 12 dicembre per chiedere al municipio di essere ascoltati.  

"Nei mesi scorsi abbiamo avuto molti contatti ma non sono seguite azioni di alcun tipo" spiega a RomaToday la presidente del comitato dei genitori Ilaria Moroni, che elenca i disservizi. "Il rapporto delle insegnanti supplenti è di 85 a due, gran parte dei servizi igienici non è utilizzabile, nel cortile sono caduti alberi che nessuno ha ancora messo in sicurezza. Le uscite d'emergenza hanno problemi. Le sembra una situazione normale?"

La preside dell'istituto comprensivo (700 gli alunni tra materna, elementare e medie) ha più volte chiesto all'amministrazione interventi celeri. Ma le risposte non sono arrivate. Nè sull'interno della scuola nè sul giardino che la affianca, in condizioni di degrado più volte segnalate (QUI IL VIDEO DEI BAMBINI). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A raccogliere le istanze dei genitori i consiglieri municipali della Lega, Giovanni Picone, capogruppo, e Marco Giudici, vicepresidente del Consiglio. "Non vogliamo diffondere allarmi e crediamo che alla Carlo Forlanini non succederà alcuna disgrazia, ma dobbiamo garantire che in caso di evacuazione i bambini possano sentirsi sicuri e che vivano la loro esperienza scolastica in un luogo civile e ben mantenuto". Commenta anche il dirigente della Lega Fabrizio Santori: "C’è in generale un grave problema che riguarda l’edilizia scolastica. La Carlo Forlanini ne è l'emblema, la sicurezza a scuola deve essere una priorità". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Coronavirus Roma, positivi al test sierologico dipendenti del Comune: martedì sanificazione degli uffici

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Coronavirus, a Roma sette nuovi casi: undici in totale nel Lazio

  • Coronavirus, a Roma città tre nuovi casi: trend in calo per i pazienti in terapia intensiva

  • Coronavirus, a Roma 6 nuovi casi: positivi anche due senza fissa dimora. Nel Lazio 841 gli attuali contagi

Torna su
RomaToday è in caricamento