MonteverdeToday

Piazza Scotti, vincono i commercianti: la pedonalizzazione con soppressione della rotatoria non si farà

Il progetto è stato modificato e presentato in commissione Urbanistica del municipio

Piazza Carlo Alberto Scotti, immagine d'archivio

Alla fine, l'hanno spuntata i commercianti. La pedonalizzazione di piazza Scotti, cuore pulsante di Monteverde nuovo, non ci sarà. O almeno non nella versione originaria voluta dal municipio, il XII, a guida M5s. Il progetto iniziale, finanziato e messo a bando con circa un milione di euro, prevedeva la soppressione della rotatoria centrale con realizzazione di un'area car free tra via di Monteverde e via Giovanni Calvi. Pesante con queste versione le modifiche alla viabilità: il transito delle auto era previsto solo in rettilineo da via di Val Tellina a via Edoardo Jenner. Senza contare la cancellazione dei posti auto.   

Un progetto che ha fatto rivoltare i commercianti della zona, in primis infuriati per la scarsa se non nulla concertazione dell'intervento da parte del municipio. E poi per il duro colpo inferto così al cuore commerciale del quartiere. "La zona è piena di aree verde, abbiamo villa Pamphili, qual è la necessita di un intervento simile? - commentano i titolari di Il Pozzo del gelato, noto esercizio commerciale sulla piazza - noi abbiamo 22 dipendenti. Così ci mandano sul lastrico". Diverse le piccole imprese che hanno protestato per un progetto "calato dall'alto senza alcun confronto"

Da qui il cambio in corsa, prima di far partire i lavori ormai assegnati. E il nuovo progetto presentato dall'assessore municipale ad Ambiente e Mobilità Alessandro Galletti, in commissione Urbanistica. Alla fine, salvo ulteriori sorprese, si manterrà la rotatoria centrale, ma allargando lo spazio a forma di ellissi, con conseguente riduzione della carreggiata onde evitare lo spiacevole fenomeno della doppia fila, molto praticato sulla piazza. "Una vittoria mutilata direi" commentano i commercianti. Il male minore, per un progetto fin dall'inizio mal digerito. E che adesso le opposizioni chiedono passi da un voto dell'Aula. 

"Abbiamo sventato un progetto impattante e costoso per il territorio con dubbi risvolti positivi sulla vita dei cittadini di Monteverde" dichiarano il capogruppo della Lega Giovanni Picone e il vicepresidente del Consiglio municipale Marco Giudici. "C'è a nostro avviso ancora qualcosa da rimodulare e lo faremo nell'imminente consiglio municipale straordinario da noi formalmente richiesto". Dove si procederà alla ratifica del progetto. 

Nel milione stanziato dall'amministrazione è compreso un altro intervento per la realizzazione di una pista ciclabile sulla vicina via Virginia Agnelli. Si procederà al rifacimento del marciapiede, sia laterale che al centro della carreggiata. E due bike lane sorgeranno ai lati della strada. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Nubifragio a Roma e provincia: disagi in città, allagata la via Appia

  • Ponte Mammolo, cadavere vicino i cassonetti: trovate macchie di sangue sui pantaloni

  • Disperso nel lago di Castel Gandolfo: ritrovato dopo 16 giorni il corpo di Carlo Bracco

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 24 e domenica 25 agosto

Torna su
RomaToday è in caricamento