MonteverdeToday

Colli Portuensi, chiude l'asilo nido Parco Flora: l'edificio è inagibile

Nello stabile una serie di infiltrazione nelle tramezzature. Ancora da capire dove finiranno i circa 40 bambini della scuola

Immagine d'archivio

Il dipartimento Lavori pubblici ha dato il suo verdetto: l'edificio è inagibile. L'asilo nido Parco Flora ai Colli Portuensi chiude. Di giovedì 28 febbraio l'ordinanza della presidente del XII municipio Silvia Crescimanno: la scuola sarà off limits da oggi a tutto il tempo necessario per effettuare i lavori di messa in sicurezza. 

Il problema, accertato durante un sopralluogo della Commissione stabili pericolanti del Simu, riguarda una serie di infiltrazioni nelle tramezzature, con al seguito importanti lesioni che non consentono il prosieguo in sicurezza delle lezioni. Dove andranno i bambini?

"Chiediamo che non vengano smembrati, e soprattutto riteniamo necessario che le eventuali strutture siano nel raggio di pochi chilometri. Non è pensabile, come sembra stiano pensando in municipio, di spostare i bambini a Massimina" commenta il consigliere del Pd Lorenzo Marinone. Sulla destinazione dei piccoli utenti, circa 40, il municipio non ha ancora fornito comunicazioni ufficiali. "Ci stiamo lavorando insieme agli uffici - spiega a RomaToday la presidente M5s Silvia Crescimanno - tutti i bimbi saranno ovviamente ricollocati per garantire la continuità del servizio".

In quali scuole? "Strutture certamente limitrofe. Terremo comunque conto delle preferenze che verranno espresse dai genitori. E stiamo verificando anche le possibilità di una soluzione diversa, che consenta di mantenere insieme i bambini e con lo stesso personale. L'interesse di mantenere unito il gruppo è per noi fondamentale e ci rendiamo conto del suo valore per il benessere dei bambini e delle loro famiglie".

Sul caso anche gli esponenti della Lega. "Chiederemo conto di questo grave episodio alla giunta grillina, che non ha agito nei modi e nei tempi corretti ed ha obbligato gli uffici ad adottare un provvedimento che ha costretto a casa oltre 40 bambini, con gravi disagi per le famiglie" dichiarano Fabrizio Santori, dirigente regionale della Lega, Giovanni Picone e Marco Giudici, consiglieri della Lega del municipio XII. "Ora chiediamo una soluzione alternativa che garantisca la continuità didattica, altrimenti promettiamo battaglia". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Schermata 2019-03-01 alle 19.15.45-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

  • Coronavirus: a Roma 23 casi e tra loro anche un bimbo di nove anni, sono 28 in totale nel Lazio. I dati Asl del 9 luglio

  • Cornelia, rissa in pieno giorno paralizza quartiere: tre feriti. Danni anche ad un negozio

Torna su
RomaToday è in caricamento