MonteverdeToday

Sesso per non multare le prostitute: arrestati tre agenti della polizia provinciale

Gli arrestati, per non applicare l'ordinanza anti prostituzione, avrebbero preteso rapporti sessuali gratuiti o scontati dalle prostitute. A denunciare i fatti delle prostitute della zona di Malagrotta

Per non applicare l'ordinanza anti prostituzione emessa dal sindaco Gianni Alemanno chiedevano rapporti sessuali gratuiti e scontati alle prostitute. Per questo motivo tre agenti della polizia provinciale di Roma sono stati arrestati dai Carabinieri.

Per loro l'accusa è di concussione continuata, tentata e aggravata. Dei tre sono anche stati diffusi i nomi: si tratta di Marcello Piattelli, 32 anni, Marco Napoli, 30, e Gianluca Coppa, 35. Al primo, il pm Luca Tescaroli contesta anche il reato di rapina per aver sottratto ad una prostituta il telefono cellulare ed 80 euro.

Gli accertamenti sono partiti in seguito ad una serie di denunce presentate tra il settembre ed il novembre 2008 da un gruppo di prostitute che solitamente gravitano nella zona di Malagrotta. I tre agenti sono stati riconosciuti dalle preostitute, dopo che i numeri delle loro auto di servizio erano state annotate, in una ricognizione fotografica.

Oltre alla richiesta di prestazioni sessuali alcuni degli indagati avrebbero preteso anche somme di denaro varianti dai 30 ai 50 euro per evitare di applicare l'ordinanza del sindaco. In un caso, ad una delle prostitute, sarebbero stati chiesti 200 euro per chiudere un occhio ed evitarle, così, di vedersi comminare la multa prevista.

Le indagini della procura di Roma sui tre agenti della Polizia Provinciale di Roma ai domiciliari, perché accusati di aver preteso favori sessuali e denaro da prostitute per non multarle, erano state avviate lo scorso mese di novembre.

La Provincia di Roma informa in una nota che “della vicenda fu immediatamente informato il Comandante della Polizia Provinciale, Luca Odevaine che ha fornito piena collaborazione ai Carabinieri per favorire l'individuazione dei presunti responsabili".

I tre agenti appartengono al distaccamento di Fiumicino e sono stati cautelativamente sospesi dal servizio, in attesa della conclusione del procedimento penale. “Mi auguro che le indagini facciano il loro corso e che sia fatta piena luce su questa vicenda” ha affermato l'assessore alle Politiche della Sicurezza, Ezio Paluzzi ribadendo "la massima collaborazione per l'accertamento dei fatti".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervengono per sgomberare un appartamento abitato da un'anziana e trovano deposito d'armi

  • Coronavirus: positivi due minori della stessa famiglia, chiusi ristorante e centro estivo sulla Casilina

  • Temporale Roma, bomba d'acqua e gradinata sulla zona est della Capitale

  • Coronavirus, a Roma 11 casi. In totale nel Lazio 14 nuovi contagi. I dati delle Asl

  • Coronavirus: undici nuovi contagi nel Lazio, chiusi ristorante e centro estivo nella periferia est

  • Sciopero a Roma: venerdì 10 luglio a rischio metro e bus, gli orari e le fasce di garanzie

Torna su
RomaToday è in caricamento