MonteverdeToday

Ladri all'Istituto Comprensivo: la polizia ritrova monitor rubati e li restituisce ai ragazzi il primo giorno di scuola

I due apparecchi usati come lavagne elettroniche vennero rubati lo scorso 6 settembre all'Istituto Comprensivo Fratelli Cervi di Ponte Galeria

La polizia restituisce i monitor rubati agli alunni della scuola Fratelli Cervi

Una prima campanella dell'anno scolastico con il sorriso. Sarebbe infatti stato un primo giorno di scuola amaro per tre classi elementari della scuola Fratelli Cervi di Ponte Galeria. Il 6 settembre infatti, ignoti ladri erano entrati, di notte, nell’istituto e avevano rubato 3 monitor lcd da 50 pollici che le classi utilizzavano come lavagna elettronica.

Il vice Preside si era recato negli uffici del commissariato San Paolo, diretto da Massimiliano Maset, per sporgere denuncia, e così sono iniziate immediatamente le indagini per ritrovarli.

Televisori rubati scuola Fratelli Cervi 2-2

In breve tempo gli investigatori, non tralasciando alcuna pista, hanno individuato gli autori del furto e recuperato 2 dei 3 televisori trafugati. I monitor, sottoposti a sequestro, sono stati celermente dissequestrati dall’Autorità Giudiziaria, permettendo l’immediata restituzione alla scuola.

Stamattina, in occasione del primo giorno di scuola, personale dipendente del Progetto Scuole Sicure del commissariato San Paolo ha restituito ufficialmente i monitor alle classi, che potranno così usufruirne.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Salvini a Roma: in 40mila in piazza per il leader della Lega. Strade chiuse e bus deviati

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 19 e domenica 20 ottobre

  • Sciopero generale venerdì 25 ottobre, dai trasporti alla scuola: Roma a rischio caos

Torna su
RomaToday è in caricamento